Koulibaly: "Sarri mi ha fatto crescere tanto. Scudetto? Meglio non parlarne"

Share

Koulibaly:

Queste le dichiarazioni raccolte da NapoliSoccer.NET: "Abbiamo iniziato questa stagione come abbiamo finito quella scorsa".

Kalidou Koluibaly, protagonista di un incredibile inizio di stagione con la maglia azzurra, ha rilasciato un'intervista ai canali di El Heddaf Tv. Ma siamo in Europa League e la giocheremo per vincere: siamo una squadra competitiva e vogliamo raggiungere quest'obiettivo.

"Sarri? Dopo il mio primo anno di adattamento, qui a Napoli avevo bisogno di imparare e capire il calcio italiano, a tal fine l'arrivo di Sarri per me è stato fondamentale, ho fatto enormi progressi". Il lavoro paga sempre e le nostre performance sono la prova di quanto dico. Grazie a lui ho imparato tanto sotto tutti i punti di vista ed ogni giorno ti insegna una cosa nuova.

Infortunio Ghoulam? "Sono molto legato a Faouzi, siamo amici anche fuori dal campo". Da anni ormai è il mio compagno di stanza nei ritiri, mi fa un po' strano non rivederlo da un po' in questo senso. I suoi insegnamenti si sono visti su di noi. A Napoli ci sono Hamsik e Insigne, la fascia è loro. "Sicuramente! Quando dovevo firmare il rinnovo con il Napoli è stato lui ad incitarmi e la stessa cosa ho fatto io quando è toccato a lui". "Meglio non parlare prima perché a Napoli siamo molto superstiziosi, ovviamente aspetteremo che a parlare sia il campo verso maggio sia per la Coppa che per lo Scudetto". Sono stato io ad incoraggiarlo a restare a Napoli, gli dicevo di stare ancora con noi. Faremo di tutto per vincere tutte le partite, poi vedremo cosa Dio ci ha riservato. Come tutti i giovani deve ambientarsi e capire il calcio italiano che è completamente diverso da quello francese. Si è visto che è ancora acerbo sotto alcuni punti di vista, ma è innegabile che abbia tanta qualità. E' solo questione di tempo. Ounas è un talento puro.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.