Influenza boom: 700.000 italiani in 3 giorni dai medici di famiglia

Share

Influenza boom: 700.000 italiani in 3 giorni dai medici di famiglia

Un aumento record, anche rispetto allo stesso periodo degli scorsi anni. Per dare un'idea più precisa, a Prato, il 4 gennaio, sono stati 189 i pazienti inviati al loro domicilio sui 256 che complessivamente sono arrivati al pronto soccorso del Santo Stefano. Ancora: "Annunciamo di avere chiesto entro 15 giorni un consiglio Regionale straordinario, sede opportuna spiegare perché il piano elaborato da Walter Locatelli il 20 dicembre scorso è fallito, e quali sono i criteri del piano di emergenza elaborato solo adesso". "Quest'anno stiamo assistendo a un leggero aumento di vaccinati nella popolazione over 65, ma la percentuale e' ancora bassa".

L'influenza non sta colpendo allo stesso modo in tutte le regioni italiane.

Vittorio Boscherini, direttore del dipartimento di Medicina generale ha inoltre stabilito che siano nuovamente rafforzate le guardie mediche anche in questo fine settimana; da ieri e fino a lunedì le postazioni dove si è registrato un maggior incremento di richieste saranno potenziate, a cominciare proprio da Empoli. In queste aree i medici di famiglia, soprattutto grazie a investimenti sul personale, hanno espresso un ruolo attivo nelle politiche di prevenzione con particolare riferimento alle vaccinazioni.

Influenza mette ko gli italiani: "Si semplifichi il lavoro dei medici".

Appare infine evidente che il modo di ridurre gli accessi in Pronto Soccorso non è rappresentato da semplicistico aumento della presenza quotidiana o settimanale dei medici di famiglia.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.