Gesto manette, Cacciatore prenderà tre giornate. C'è un precedente

Share

Gesto manette, Cacciatore prenderà tre giornate. C'è un precedente

I bianconeri sono riusciti a sbloccare la partita solo nella ripresa e dopo le espulsioni di Bastien e Cacciatore che hanno condizionato inevitabilmente il match.

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; De Sciglio, Benatia, Barzagli, Asamoah (27′ st Lichtsteiner); Khedira, Pjanic, Sturaro (7′ st Bernardeschi); Douglas Costa, Higuain, Mandzukic. "Poi ci sta di perdere contro la Juventus, il rammarico è per i punti persi in partite che non avremmo meritato di perdere o pareggiare".

Il caso che fa discutere è però quello di Cacciatore. Le immagini inizialmente non sembrano chiarire il motivo dell'allontanamento del difensore del Chievo, ma successivamente ecco il replay che inchioda Cacciatore. Dopo una palla 'ciccatà da Higuain, tocca ad Allegri cambiare: dentro Bernardeschi e fuori Sturaro.

Sta succedendo di tutto al Bentegodi! Sono trascorsi appena 120 secondi e, non pago, il centrocampista belga del Chievo ha compiuto una gratuita quanto plateale trattenuta sotto lo sguardo del direttore di gara che non ha potuto far altro dall'estrarre il secondo cartellino giallo e poi il rosso. Maresca, a norma di regolamento, è costretto ad espellere il calciatore, a causa del comportamento ingiurioso assunto dallo stesso, lasciando così i clivensi a nove uomini. Abbiamo sbagliato clamorosamente degli scontri diretti che di solito non sbagliamo. "Poi si può parlare di buon senso, ma il gesto delle manette è brutto". In panchina: Seculin, Confente, Cesar, Gobbi, Garritano, Rigoni, Leris, Pellissier, Stepinski. In panchina: Buffon, Pinsoglio, Chiellini, Rugani, Alex Sandro, Matuidi.

Chievo (5-3-2): Sorrentino; Cacciatore, Bani, Dainelli, Tomovic (8′ st Gamberini), Jaroszynski; Bastien, Radovanovic, Hetemaj; Birsa (34′ st Meggiorini), Pucciarelli (1 st Depaoli).

Spettatori: 28 mila circa.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.