Gerry Scotti: "Il lavoro mi ha salvato dalla depressione"

Share

Gerry Scotti:

"Devo ringraziare il mio lavoro che mi ha impegnato tutti i giorni con il Milionario e Passaparola, tutto ciò che in quel periodo occupava la mia esistenza". Questo è stato il suo cruccio più grande, nonostante i rapporti con l'ex moglie non idilliaci i valori importanti a lui trasmessi è riuscito a infonderli nel figlio Edoardo. Una decisione dolorosa, ma poi Gerry Scotti ha trovato l'amore con la sua Gabriella. La conoscevo da anni e so che le stavo anche un po' sui maroni, ma un giorno vado a scuola a prendere mio figlio e me la trovo davanti.

Il popolare conduttore pavese racconta sé stesso e il suo lavoro a 360 gradi, con semplicità ma anche con grande onestà. "In un attimo me ne sono successi due su tre perché oltre alla separazione ho dovuto fare le valigie e uscire da casa mia, il posto dove era nato e viveva mio figlio".

E' il re dei quiz show di Canale 5 e, per la prima volta, Gerry Scotti si racconta da un punto di vista più intimo e privato, partendo dal divorzio dalla moglie e dal fallimento di quella famiglia in cui tanto credeva.

Tuttavia, quell'esperienza politica fu negativa: "Quando ero deputato mi affidarono le questioni giovanili, le presi così sul serio che comincia a riempire la Camera di proposte".

Comunque, Gerry Scotti, nato in provincia di Padova, riuscì a presentare 33 progetti di legge, 26 dei quali solo nel primo anno di incarico. "È stato un miracolo che non sia caduto in depressione".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.