Germania, Merkel: "Ho lavorato per poter dare al Paese un governo stabile"

Share

Germania, Merkel:

Finalmente anche la Germania sembra aver trovato la quadra, con il ritorno a un governo di Grosse Koalition.

Ristretto - Angela Merkel ha convinto i socialdemocratici a formare una nuova "grande coalizione".

"Abbiamo raggiunto un risultato eccezionale", ha detto il leader del partito socialdemocratico Martin Schulz.

Gli scettici della Spd. Possiamo dire che è stata una notte di grandi novità e soddisfazioni per coloro che stanno lavorando da anni a queste faccende come anche aumentare i contributi per l'Unione Europea. Per la prossima settimana, è stato fissato un congresso e, un referendum successivo alla definizione del contratto di coalizione, che dovranno approvare l'intesa. Dopo un negoziato lungo 24 ore, i cristiano-democartici dell'asse Cdu-Csu guidata da Angela Merkel e i socialdemocratici Spd di Martin Schulz sono riusciti a raggiungere un'intesa di massima riassunta in un documento di 28 pagine che, secondo quanto riferisce l'agenzia Dpa, dovrebbe gettare le basi della terza 'Grosse-Koalition'. Nel programma è inserita una clausola per la quale, se andassero al governo, rafforzerebbero la zona euro. Viene recepita, inoltre, la proposta di trasformare il Fondo salva-stati in vero e proprio Fondo monetaria europeo sottoposto a controlli parlamentari e alle leggi europee. In cambio i Socilademoratici hanno accettato un limite annuale di ingressi per i rifugiati, a circa 200mila l'anno con un massimo di 1000 permessi mensili per i ricongiungimenti familiari. Sul versante tasse, è stata disattesa la proposta della Spd di aumentare la cosiddetta "tassa sulla ricchezza", l'aliquota di imposta massima. Come sottolinea il Corriere della Sera, il contributo di solidarietà per la riunificazione della Germania (Soli) sarà progressivamente ridotto di 10 miliardi entro il 2021. D'ora in poi si tornerà al sistema per cui i contributi assicurativi sulle cure mediche saranno condivisi in ugual misura tra datore di lavoro e dipendente.

Il sostegno dell'Italia. Per commentare la bozza di accordo tedesco è intervenuto su Twitter Paolo Gentiloni.

La Merkel è uscita molto sorridente dopo aver firmato l'accordo, poiché ha ammesso di lavorare con un governo e per un governo solido e stabile. A novembre, però, l'alleanza era già scoppiata. I leader dei partiti e i capigruppo di Cdu, Csu e Spd sono arrivati ad una svolta.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.