Duetti mozzafiato, Roberto Bolle danza con le ragazze dell'Accademia della Scala

Share

Duetti mozzafiato, Roberto Bolle danza con le ragazze dell'Accademia della Scala

L'Étoile dei due mondi ha preparato un grande spettacolo di cui è sia protagonista sia Direttore Artistico.

Il capodanno 2018 quest'anno sarà all'insegna della danza e di conseguenza anche della grande musica con la prima serata di Rai1 assegnata al programma Danza con Me che vedrà ancora una volta protagonista il grande Roberto Bolle alla seconda prova televisiva di spessore dopo "La mia danza libera" del 2016. L'anno scorso ad accompagnare un grande appuntamento in tv è stato Roberto Bolle - La mia danza libera. Ora Roberto Bolle torna con il nuovo spettacolo Danza Con Me. Ad aiutarlo nella realizzazione dello show ci ha pensato un artista di fama internazionale: Michael Cotten, l'uomo dei grandi eventi live e tv americani.

Con brani tratti dal repertorio classico, neoclassico e contemporaneo, Roberto Bolle metterà in scena il suo talento nelle coreografie di Roland Petit, Rudolf Nureyev e Mauro Bigonzetti, insieme a creazioni completamente inedite a cura di Massimiliano Volpini. Un sogno realizzato visto che il giovane danzerà con l'etoile Roberto Bolle sulle note di "Inshallah", brano interpretato da Sting. A tenere le fila di questo mondo, un personaggio inaspettato, che vanta una insospettabile passione per la danza e gli studi classici: Marco D'Amore il Genny di Gomorra e il grande Sting. Molti gli ospiti che si alterneranno sul palco interagendo con il ballerino: Virginia Raffaele già presente lo scorso anno, Geppi Cucciari, Pif, e Miriam Leone.

E così ecco che dopo quel grande successo, la Rai ha deciso di riaffidare una serata evento a Roberto Bolle che stasera 1° gennaio sarà in prima serata su Raiuno con questo show che potrà contare sulla presenza di un bel po' di ospiti e protagonisti del mondo dello spettacolo e della televisione italiana. Si esibiscono al suo fianco stelle del balletto come Polina Semionova, Melissa Hamilton e l'étoile di Parigi Léonore Baulac, ma anche i nostri talenti italiani come i Primi Ballerini del Teatro alla Scala di Milano, Nicoletta Manni e Claudio Coviello, e Timofej Andrijashenko e poi Nicola Del Freo, Gioacchino Starace, Marco Agostino, Christian Fagetti, Matteo Gavazzi, Andreas Lochmann, Fabio Saglibene, Mattia Semperboni e Vittoria Valerio.

"Ho scelto di portare le allieve dell'Accademia della Scala perché in loro ho visto e si vede la passione e i sogni che hanno queste ragazze, sono meravigliose".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.