Consip, archiviazione per Woodcock e Sciarelli: "Nessuna rivelazione"

Share

Consip, archiviazione per Woodcock e Sciarelli:

Il gip di Roma Alessandra Boffi ha archiviato, così come sollecitato dalla Procura nell'ottobre scorso, le posizioni del pm di Napoli, Henry John Woodcock e della giornalista di Rai Tre, Federica Sciarelli. L'iscrizione del magistrato e della giornalista di 'Chi l'ha visto?' nel registro degli indagati era legata alla pubblicazione, nel dicembre del 2016 su "Il Fatto Quotidiano", di un articolo riguardante la fuga di notizie attraverso la quale i vertici di Consip sarebbero venuti a conoscenza dell'inchiesta avviata dai pm napoletani prima che fosse trasferita a Roma per competenza territoriale. Federica Sciarelli. I due erano indagati per concorso in rivelazione di segreto d'ufficio. A Woodcock veniva contestato anche il reato di falso.

Per gli inquirenti, a passare le informazioni al giornalista Marco Lillo era stato proprio il pm partenopeo che su Consip stava lavorando da tempo. Gli articoli rivelavano l'esistenza di un'indagine Consip nella quale risultavano iscritti sul registro degli indagati Tullio Del Sette, comandante generale dei carabinieri e Luca Lotti, attuale ministro dello Sport. Il pm di Napoli ha ammesso di aver consigliato all'ufficiale di polizia giudiziaria di dedicare nell'informativa un capitolo 'ad hoc' sui servizi segreti che avrebbero spiato il Noe durante l'attivita' di recupero dei cosiddetti 'pizzini' dalla spazzatura rinvenuta negli uffici romani dell'imprenditore campano Alfredo Romeo, ma solo per tutelare da possibili fughe di notizie i nomi dei nostri 007. La notizia data questa mattina dal Fatto Quotidiano è stata confermata a FarodiRoma poco fa.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.