Clochard ucciso: indagati, era scherzo

Share

Clochard ucciso: indagati, era scherzo

L'uomo, Ahamed Fdil, un marocchino di 64 anni, aveva fatto dell'auto la propria casa dopo essere rimasto senza lavoro. I giovani si sono giustificati dicendo che fosse solo uno scherzo.

Ora al vaglio delle indagini l'ipotesi che l'incendio del veicolo possa essere stato appiccato dai due minori.

L'indagine, condotta dai Carabinieri e tutt'ora in corso, infatti ha portato verso la pista di un tragico gioco finito male.

Stranieri rapinano sordomuta, bloccati - Tre cittadini nigeriani di 19, 22 e 25 anni sono stati sottoposti a fermo per rapina aggravata, compiuta nel sottopasso pedonale della stazione di Mestre, ai danni di una donna sordomuta di 43 anni.

Truffano 80enne sottraendole 2.100 euro - Due persone, rispettivamente di 31 e 28 anni, sono state denunciate, a piede libero, per truffa ai danni di una 80enne di Scorzé (Venezia) alla quale hanno sottratto 2.100 euro poi recuperati e restituiti dai carabinieri. L'uomo è stato trascinato per una trentina di metri verso il basso, ma è riuscito a restare in superfice. Il più piccolo che vista l'età non è imputabile, sentito dal magistrato, avrebbe raccontato di come è nata l'idea di tormentare quel clochard. Il senzatetto che si addormenta con la sigaretta in mano, il mozzicone che cade sulle coperte che cominciano a prendere fuoco. Di corsa fino alla vettura. E ci sono le vicende di due ragazzi privi di umanità, che non sanno cosa sia il divertimento e lo scherzo. I due sono indagati ance se "confessione" del ragazzino viene presa con molta cautela dagli investigatori. In ogni caso, secondo l'avvocato della famiglia della vittima si è trattato di omicidio volontario.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.