Cina, rogo petroliera: si teme disastro


Cina, rogo petroliera: si teme disastro

Share

Cina, rogo petroliera: si teme disastro

La sera di sabato 6 gennaio la petroliera iraniana Sanchi si è scontrata nel mar Cinese orientale con il mercantile CF Crystal di Hong Kong. Lo ha detto il ministero dei Trasporti cinese. È quella che ha subito i maggiori danni, mentre la nave mercantile, che invece trasportava grano dagli Stati Uniti, ha subito lievi danni e i 21 membri dell'equipaggio, tutti cittadini cinesi, sono stati tratti in salvo.

Le operazioni di ricerca dei 32 dispersi e di contenimento del disastro ecologico, a causa della corposa perdita in mare di greggio raffinato, sono state ostacolate dall'incendio che dalla petroliera si è diffuso anche sull'acqua, tra gas altamente tossici, ha aggiunto la Cctv.

La Sanchi trasportava infatti un carico di 136mila tonnellate di condensato di petrolio (circa un milione di barili dal valore di quasi 60 milioni di dollari). La nave è controllata dalla Bright Shipping, società basata a Hong Kong, per conto della compagnia National Iranian Tanker.

Il Pentagono ha precisato di aver inviato nell'area alcuni aerei decollati dalla base USA di Okinawa in Giappone. Il rischio è che esploda o affondi con il carico.

Share


© . Tutti i diritti riservati.