Bullismo online: star della pubblicità suicida a 14 anni

Share

Bullismo online: star della pubblicità suicida a 14 anni

La minore era famosa in tutto il Paese dopo aver prestato il suo volto alla campagna pubblicitaria di una nota azienda che produce cappelli. Il padre della piccola, Nick Everett, ha scritto un post su Facebook dove condanna i bulli ed ha anche invitato chi ha rovinato la vita della figlia, spingendola al suicidio, ad andare ai suoi funerali. Una star che non ha retto alle cattiverie della rete, agli insulti, al bullismo e ha deciso di farla finita.

"Dolly ha avuto la forza di fare ciò che pensava di dover fare per sfuggire al male di questo mondo ma purtroppo non conoscerà mai il grande dolore e il vuoto lasciato alle spalle". Dolly è apparsa in una campagna che promuoveva il cappello quando aveva otto anni.

Una situazione che per lei era diventata insostenibile e che infine l'ha portata al suicidio. "Dolly potrebbe essere figlia, sorella, amica di chiunque".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.