Borseggi, droga e rapine: il bilancio della Polizia ferroviaria nel 2017

Share

Borseggi, droga e rapine: il bilancio della Polizia ferroviaria nel 2017

Sono stati scortati complessivamente 2.800 convogli ferroviari (con una media di circa 8 treni al giorno) e sono stati predisposti 630 servizi antiborseggio in abiti civili sia negli scali che sui convogli, 39.502 in tutto i controlli effettuati. Grazie a tale attività tratti in arresto ed indagato in stato di liberta rispettivamente 554 e 1.789 persone, procedendo complessivamente a 64.469 controlli.

L'azione di contrasto al fenomeno dell'abusivismo, è stata realizzata attraverso l'effettuazione di 110 servizi di controllo straordinario del territorio ed ha consentito di individuare e sanzionare i soggetti sorpresi ad esercitare attività commerciali senza le previste autorizzazioni nonché i viaggiatori che, anche imprudentemente, contravvengono alle norme che regolano il trasporto ferroviario.

Sono continuati i servizi congiunti di vigilanza e scorta anche sui treni viaggiatori transfrontalieri in concorso con la Polizia di Frontiera e con la Polizia Austriaca nella stazione ferroviaria di Tarvisio Boscoverde, per prevenire attività illecite a carattere transnazionale, con particolare riferimento all'immigrazione clandestina. Inoltre, si segnalano salvataggi sia in casi di tentati suicidi che di persone colte da malore in stazione. Il dato, in calo rispetto all'anno precedente, conferma la tendenza ad una riduzione del numero di furti perpetrati del 55%.

Ma oltre a questi dati numerici, significativi dell'impegno profuso, rimane l'operato spesso misconosciuto svolto dagli uomini della Polizia Ferroviaria, quotidianamente a contatto con la gente.

Un anno di interventi della Polizia Ferroviaria. Nel 2017 il personale della Specialità ha poi rintracciato 68 persone scomparse, di cui 56 minori. In tale contesto, nel corso del 2017 l'Italia ha mantenuto la presidenza del Gruppo di lavoro Strategic Analysis, rivolto all'analisi strategica dell'andamento dei principali fenomeni delittuosi in ambito ferroviario in Europa allo scopo di delineare linee operative comuni di prevenzione e contrasto tra i vari Paesi membri.

La Polizia Ferroviaria ha celebrato il 110° anniversario della sua fondazione.

Complessivamente nel 2017 si è registrato un aumento di tutta l'attività. Migliaia inoltre, i ragazzi che, il 22 novembre 2017, sono stati coinvolti nelle iniziative di piazza nate dalla collaborazione tra la Polizia Ferroviaria, l'Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e la Federazione sportiva della Pallavolo. 19 nei soli ultimi 50 anni, tra cui i due giovani agenti pugliesi, Francesco Ardito e Gaetano Morgese, deceduti a Piacenza, il 12 gennaio 1997, nel deragliamento del pendolino Milano-Roma, sul quale viaggiava il Presidente della Repubblica Francesco Cossiga. Infine, nel segno della vicinanza al cittadino più debole, ovvero le persone senza fissa dimora o in difficoltà nei siti ferroviari, il "Pranzo della Solidarietà", organizzato dalla Polizia Ferroviaria in collaborazione con il Dopolavoro Ferroviario in occasione del Natale presso la Stazione F.S. di Bari Centrale.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.