Anche sanzioni pecuniarie al genitore che pubblica foto del figlio sul web

Share

Anche sanzioni pecuniarie al genitore che pubblica foto del figlio sul web

I genitori che pubblicano le fotografie dei propri figli minorenni sui social sono quindi avvertiti. Nel provvedimento, inoltre, viene citata la relazione del 9 novembre del 2017, redatta dallo psicoterapeuta che sta seguendo il giovane, secondo cui la "posizione del giovane non è mutata rispetto alla madre che continuerebbe a riportare i particolari della storia familiare su social network (paragonando il figlio, secondo quanto dallo stesso riferito, al ragazzo che ha ucciso la fidanzata e riferendosi allo stesso come "ad un malato mentale"), lamentando l'ampia diffusione di tali notizie tra i coetanei".

Il caso trae origine dalla denuncia di un ragazzo sedicenne che ha chiesto contro la propria madre, colpevole di aver pubblicato sul web varie foto e commenti che lo riguardavano. Ad esempio, in tempi molto recenti, il Tribunale di Mantova ha stabilito che nessun genitore possa postare foto dei figli sui social network senza il consenso dell'altro tutore. Se i genitori disattendono questi doveri può intervenire il giudice con sentenze che negli ultimi anni si sono mosse tutte nella stessa direzione: quella di tutelare i minori dai rischi di una sovraesposizione sui social. E già nel 2013 il Tribunale di Livorno aveva prescritto la disattivazione di un profilo Facebook aperto a nome della figlia minore e l'eliminazione delle foto dal suo profilo. I giudici hanno imposto alla donna il divieto di diffondere su internet i dati relativi al minore. O con un ricorso autonomo in base agli articoli 96 della legge sul diritto d'autore e 10 del Codice civile, o prevedendo condizioni ad hoc nel ricorso per separazione o divorzio.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.