Via libera allo stadio della Roma. Raggi: "Grande risultato"

Share

Via libera allo stadio della Roma. Raggi:

L'ok ufficiale è arrivato alle 19,33 al termine della Conferenza dei Servizi.

Ci sono state tante polemiche, ce ne sono e ce ne saranno per via del Ponte di Traiano. Si chiude una fase lunga, ringrazio gli uffici della Regione che hanno svolto con serietà e trasparenza un lavoro difficile. Per altri temi abbiamo preso atto delle posizioni maggioritarie, ma abbiamo ribadito la necessità e abbiamo invitato il Comune ad inserire nella variante anche un nuovo collegamento e la realizzazione del Ponte di Traiano, per aumentare la sicurezza, anche per ragioni precauzionali. Il primo era stato richiesto dall'ormai ex Soprintendente Archeologia, Belle arti e Paesaggio di Roma, Margherita Eichbergh, rispetto alle tribune dell'Ippodromo e al sedime della pista, mentre il secondo riguardava i diritti d'autore sulla stessa tribuna in favore dell'architetto Clara Lafuente, erede di uno dei progettisti dell'ippodromo, Julio Lafuente: entrambe le istanze sono state rigettate dal Ministero dei Beni Culturali il 30 novembre scorso.

Dopo i pareri favorevoli di Roma Capitale, Città Metropolitana, Regione Lazio e Stato, oggi si è chiusa con esito positivo la Conferenza dei Servizi. Terminati i passaggi con gli enti pubblici, fra redazione dei progetti esecutivi, opere di bonifica e preparazione tecnica dell'area di cantiere - al netto di possibili ricorsi - difficilmente la prima pietra potrà essere messa prima di gennaio 2019. "Solo insieme si possono raggiungere grandi risultati e Roma continuerà a dimostrarlo", aggiunge. Le prescrizioni riguardano la viabilità privata e soprattutto la mobilità pubblica.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.