Ventitré panetti di hashish nascosti tra le pentole in cucina

Share

Ventitré panetti di hashish nascosti tra le pentole in cucina

La cucina di un appartamento trasformata in un deposito di droga da uno spacciatore. Inevitabile è scattato l'immediato controllo: a seguito della perquisizione personale eseguita, i due malviventi sono stati trovati in possesso di denaro, provento dello spaccio, tre cellulari, utilizzati per contattare i potenziali clienti, e un mazzo di chiavi che, dopo alcune verifiche, ha permesso ai militari di individuare il covo dei due malviventi.

Nel tardo pomeriggio di venerdì 15 i militari del Nucleo Investigativo di Prato hanno arrestato un disoccupato cinquantenne, di origini pratesi ma residente a Quarrata. Il mezzo è stato sequestrato, mentre le due persone che vi erano a bordo, due cittadini italiani di 30 e 32 anni, sono stati arrestati: proseguono le indagini per capire dove fosse destinata la droga e a chi. Proprio la vendita all'ingrosso della droga era diventata la fonte di sostentamento principale dell'uomo, da tempo senza lavoro.

Se tutti sanno che il vino buono sta nella botte piccola, non tutti sono a conoscenza del fatto che la droga migliore, a volta, sta in una botte grandissima.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.