Si accelera sul biotestamento: la legge arriva in Senato

Share

Si accelera sul biotestamento: la legge arriva in Senato

Si farà, assicurava questa mattina il ministro Graziano Delrio proprio dalle pagine di QN. È stato inserito nel calendario dei lavori nell'aula di Palazzo Madama anche il disegno di legge sullo ius soli ma soltanto all'ultimo punto.

"La calendarizzazione decisa dalla Conferenza dei capigruppo non è una formalità ma il passo necessario per realizzare quell'obiettivo che intendiamo perseguire con assoluta determinazione", sottolinea. Una decisione che è stata favorevolmente accolta dal Gruppo della Lega Nord che ha parlato attraverso il presidente Gian Marco Centinaio: "Cioè lo discuteremo il giorno del mai. e io sono contento", ha affermato il Senatore.

La legge sul biotestamento sarà esaminata dall'Aula del Senato a partire dalla seduta delle 16:30. I commenti non devono necessariamente rispettare la visione editoriale de Il Sole 24 ORE ma la redazione si riserva il diritto di non pubblicare interventi che per stile, linguaggio e toni possano essere considerati non idonei allo spirito della discussione, contrari al buon gusto ed in grado di offendere la sensibilità degli altri utenti. Credo che anche questo finale di legislatura sia all'insegna dei diritti.

Il biotestamento potrà così vedere la luce e diventare legge, a 11 anni dalla scomparsa di Piergiorgio Welby e a quasi 9 dalla morte di Eluana Englaro, persone che hanno rivestito un ruolo chiave nella diffusione della sensibilità legislativa necessaria affinché il parlamento italiano si chinasse sulle questioni di fine vita. "Se non verranno accolte le nostre richieste sul ruolo del medico e su alimentazione e idratazione, che non sono trattamenti medici, Ap voterà no". È stato inoltre fissato a domani alle 14 il termine ultimo per presentare i relativi emendamenti. Abbiamo detto ripetutamente e confermo che lo Ius soli è per noi un provvedimento essenziale per la cui approvazione, entro questa legislatura, ci sentiamo impegnati.

Lo stesso Ha dichiarato che la decisione di calendarizzare l'adeguamento è stata una sorpresa perché erano pronti ad affrontare il regolamento del Senato come da ultima capogruppo.

Ha dimostrato di essere ricattabile da parte degli alleati di centro, che si voleva far passare come dei passivi supporti al traino del decisionismo del capo.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.