Risolto il giallo del tallio: i Del Zotto sono stati avvelenati

Share

Risolto il giallo del tallio: i Del Zotto sono stati avvelenati

Il giovane è ritenuto responsabile del triplice omicidio del nonno 94enne e di una zia 67enne morti il 2 ottobre e della nonna 83enne morta il 13 ottobre.

Si apre uno spiraglio sui misteriosi episodi di avvelenamento da tallio che dallo scorso ottobre hanno coinvolto un'intera famiglia di Nova Milanese, in provincia di Monza, all'interno della quale si sono verificati tre decessi e cinque ricoveri in circa un mese e mezzo.

Ulteriori dettagli saranno divulgati nel corso della conferenza stampa prevista per le ore 11.00 odierne presso la Sala Stampa del Comando Provinciale Carabinieri di Milano, in via della Moscova n. 21, alla presenza del Procuratore della Repubblica di Monza e Brianza. Da lì, il cerchio si è stretto, fino a portare all'arresto. Mentre altre 5 persone sono tuttora ricoverate in ospedale. L'organismo dopo un po' di tempo si accorge della sostituzione, tenta di espellere il tallio, che però viene riassorbito dal tubo digerente, tornando ad avvelenare gli enzimi.

Le vittime del tallio si chiamavano Giovanni Battista Del Zotto, Patrizia Del Zotto e Maria Gioia Pittana.

La svolta è arrivata grazie alla scoperta di una tisana, a casa dei nonni materni del ragazzo, Alessio Palma, di 83 anni, e Maria Lina Pedon, 81, le ultime due persone contagiante dal tallio.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.