Proteste a Gaza, bruciate bandiere Usa

Share

Proteste a Gaza, bruciate bandiere Usa

I manifestanti sono stati affrontati dalla polizia israeliana, che ha disperso la folla con gas lacrimogeni e proiettili di gomma. Il gruppo islamista Hamas ha già lanciato un'Intifada contro l'annuncio di Trump. Citando fonti mediche palestinesi, il quotidiano israeliano Maariv scrive che, al momento, i feriti sono 114.

Intanto nei territori palestinesi esplode la rabbia: "Quel che chiediamo ora è che l'Autorità Palestinese del Presidente Mahmoud Abbas sospenda tutti i negoziati di pace con gli israeliani" dice un manifestante in Cisgiordania. "Il riconoscimento di Gerusalemme quale capitale di Israele è una dichiarazione di guerra nei nostri confronti", ha aggiunto. Numerose nelle strade della città le manifestazioni di protesta contro gli Stati Uniti.

Altri scontri si sono verificati in diverse località della Cisgiordania, in particolare a Betlemme, Hebron e Ramallah. Le forze armate hanno messo in stato di allerta anche altre unità, ha aggiunto, "per far fronte a possibili sviluppi" legati alle proteste palestinesi per il riconoscimento Usa di Gerusalemme come capitale di Israele.

Come prevedibile cresce la tensione in Medio Oriente dopo la decisione di Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.