Nuove prove militari USA in Corea, Pyongyang: "Trump sta implorando guerra nucleare"

Share

Nuove prove militari USA in Corea, Pyongyang:

D'altra parte, una nuova prova di forza Usa, in risposta al lancio missili coreani, è avvenuta stamani in vista del ciclo di manovre annuali congiunte, del 4-8 dicembre, chiamato "Vigilant Ace": sei f22 Raptor americani sono giunti nella corea del Sud. Da ultimo, la Corea del Nord lancia l'ultima minaccia: se gli Usa coinvolgono la Nord Corea e il mondo in una guerra nucleare, dovranno assumersi la piena responsabilità di tutte le conseguenze.

E' un rimpallo di accuse tra Corea del Nord e Stati Uniti in attesa di capire chi darà inizio alla guerra nucleare.

La Corea del Nord prova a scaricare le colpe su Donald Trump e sulla sua amministrazione che stanno "implorando una guerra nucleare".

L'America risponde così, per la prima volta, alla Corea, dimostrando un corposo dispiegamento delle forze armate di caccia Usa. Trump sta "inscenando nella penisola coreana una scommessa nucleare estremamente pericolosa", si legge in un comunicato diffuso dal portavoce, in cui il presidente Usa è definito un "demone nucleare".

Non sono buone notizie quelle che arrivano dalla Corea del Nord e dalla Casa Bianca: la terza guerra mondiale è più vicina, e a dirlo è il consigliere di Trump per la sicurezza nazionale Herbert McMaster intervistato da Fox News. Le esercitazioni poi prevedono attacchi simulati su target nucleari e missilistici, inclusi i trasportatori, di Pyongyang che - appena mercoledì - ha testato un vettore balistico intercontinentale (ICBM) capaci per i militari di Seul di coprire almeno 13.000 km e di raggiungere tutto il territorio Usa. Il missile ha raggiunto un altitudine di 4500km per una distanza di 950 chilometri.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.