Monza, ucciso l'ex calciatore scomparso: il corpo trovato nel bagagliaio di un'auto

Share

Monza, ucciso l'ex calciatore scomparso: il corpo trovato nel bagagliaio di un'auto

Il bidone di metallo blu con all'interno il cadavere con segni di decomposizione dovuti alla corrosione, è stato trovato a bordo di una Lancia fermata ieri dai carabinieri sulla Provinciale Milano-Meda. Al volante c'era una donna, che è stata fermata per accertamenti e per essere interrogata in caserma, negli uffici del Nucleo investigativo, dal pm Eugenio Fusco.

Aggiornamento, 9.43: Antonietta Biancaniello e suo figlio Raffaele Rullo sono stati sottoposti a fermo.

Prima di sparire, il 16 novembre, La Rosa era andato alla presentazione del nuovo mister nella sede della societa' di cui era direttore sportivo, il Brugherio, nel centro sportivo comunale di via San Giovanni Bosco. Aveva già prestato parecchi soldi a Raffaele Rullo: una somma di 30mila euro, mai restituiti, più gli 8 mila che aveva con sé la sera della scomparsa. Il primo tentativo si è rivelato maldestro, essendo la quantità di acido che i due si erano procurati insufficiente.

Andrea La Rosa dallo scorso mese di novembre era scomparso... Andrea La Rosa e' stato attirato a casa dell'amico a casa sua con La scusa di presentargli La madre, Rullo avrebbe poi ucciso La Rosa tagliandogli Lagola in cantina, con La complicita' della donna. Hanno spostato il corpo, forse perché sentendosi braccati volevano disfarsene definitivamente, e sulla loro strada hanno trovato i carabinieri, ormai certi di andare a colpo sicuro. Appena due giorni dopo, la famiglia denunciò la sua scomparsa e, sin da subito, i carabinieri avevano seguito la pista dell'omicidio. Gli inquirenti hanno ascoltato anche alcune delle ultime persone con le quali si era intrattenuto prima di recarsi al suo appuntamento a Milano: queste avrebbero raccontato di non aver visto La Rosa diverso dal solito o particolarmente agitato.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.