Milan, Abbiati: "Gattuso ha il Milan nel DNA"

Share

Milan, Abbiati:

Così Gennaro Gattuso, alla vigilia del suo esordio sulla panchina del Milan da allenatore. Vietato sbagliare per i rossoneri, chiamati alla risalita dopo una prima parte di stagione da dimenticare. Abbiamo provato qualcosa di nuovo, è rimasta la difesa a tre. Per noi a Benevento è come una finale di Champions.

Il Benevento cerca ancora il primo punto in questa Serie A, ma Ringhio non si fida: "Domani sarà una battaglia, da quando c'è De Zerbi il Benevento è una squadra viva".

Intervenuto ai microfoni dei giornalisti, Gattuso svela le sue prime impressioni da allenatore rossonero: "Devo ringraziare i ragazzi per la disponibilità, abbiamo lavorato tanto, si poteva fare di più, ma anche Roma non è stata costruita in un giorno". Con lui ci siamo già visti e chiariti, non siamo stati gli unici a litigare. È una squadra che sta bene, non meritavano di perdere con l'Atalanta e si è giocata la partita in casa della Juve. Oggi ci lecchiamo le ferite, ma abbiamo il dovere di migliorare la condizione fisica e la mentalità. La mia metodologià è diversa da quella di Montella, dobbiamo migliorare.

L'erede di Gattuso: "Mi ripeto, per caratteristiche è Kessiè, mentre Bonucci per carisma e leadership".

Elogi anche per Biglia: "Non è un caso sia titolare in nazionale".

"L'obiettivo da quando ho cominciato a fare questo lavoro era allenare il Milan, ma non avrei mai pensato di farlo dopo 4 anni".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.