Manovra: Camera, il governo pone la fiducia - DIRETTA DALL'AULA di MONTECITORIO

Share

Manovra: Camera, il governo pone la fiducia - DIRETTA DALL'AULA di MONTECITORIO

"I conti sono ok". La conferenza dei Capigruppo è convocata alle 16 per decidere sul prosieguo dei lavori. "E' necessario intervenire brevemente sul 2020 per una piccola correzione, più alcuni rilievi tecnici".

E' finito, in Commissione Bilancio della Camera, l'esame della manovra di Bilancio.

Modifiche che riguardano vari punti: come al solito, si è scatenato l'assalto alla diligenza. La fiducia è riferita al testo approvato dalla Commissione dopo che sono stati recepiti nel testo con emendamenti del governo i rilievi della Ragioneria generale dello Stato. Il M5S sarebbe contrario alla deroga. Il testo passerà poi al Senato.

Una misura che ieri ha registrato, tra gli altri, l'apprezzamento della ministra della Salute Beatrice Lorenzin: "Con questa misura" ha infatti commentato la titolare del dicastero "vengono poste le basi perché possa finalmente diventare realtà la riforma del 2009 che ha previsto che la farmacia, che è un fondamentale presidio sanitario di prossimità, diventi anche il luogo in cui vengono erogati servizi sanitari a favore dei cittadini".

La stabilizzazione dei precari nella scuola Tra stabilizzazioni, assunzioni, micro-norme e stanziamenti anche in formato "mini".

Nella relazione illustrativa dell'emendamento si legge che, considerato che il periodo massimo di validità di un medicinale è di 5 anni, e che il bollino attuale potrà essere esposto sulle confezioni fino all'8 febbraio 2019, bisognerà prevedere che i dati di tali confezioni possano essere raccolti, registrati e trasmessi entro l'8 febbraio 2024. Così Boccia, che è anche presidente della commissione Bilancio della Camera. Altri 50 milioni nel 2018 e 250 milioni nel biennio successivo sono destinati per integrare il trattamento accessorio e gli straordinari di Polizia e Vigili del fuoco.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.