Juventus, Allegri: "Dobbiamo crescere ancora, ma i tifosi siano più positivi"

Share

Juventus, Allegri:

Sorride Massimiliano Allegri al termine della gara di Atene che qualifica la Juventus agli ottavi di Champions, nonostante qualche momento di rabbia nel secondo tempo: "Stasera abbiamo sbagliato abbastanza nei primi 20 minuti, del secondo tempo, in Europa è sempre difficile vincere e bisognava chiudere la partita, perché se prendi gol magari su un corner poi cambia la partita". Chi ha giocato meno è più fresco, questi elementi hanno più lucidità nel giocare la palla.

Continua il momento di digiuno di Dybala in Champions: "Non gli vengono bene alcune cose, anche lo scorso anno ha avuto lo stesso periodo". Non sono arrabbiato, le critiche devono essere da stimolo per migliorarsi.

In virtù di questo risultato Allegri ha ridotto le distanze dal primatista Wenger che alla guida dell'Arsenal che, dal 2003/04, ovvero dall'introduzione dell'attuale formato della competizione, è riuscito a fare meglio con 14 qualificazioni consecutive. "Ma non è assolutamente un problema". Questi momenti di difficoltà passano per tutti e non dimentichiamo che lui è un ragazzo di 23 anni che a inizio stagione ha fatto cose straordinarie, segnando un numero di gol impressionanti.

"Si in quel momento abbiamo sbagliato un po' di passaggi e uscite". Devi capire il momento e devi difenderti e non devi subire. Abbiamo anche avuto più azioni favorevoli del Napoli, non era facile. Non siamo stati bravi nella gestione della palla e abbiamo concesso troppo al Napoli, dobbiamo migliorare sicuramente. Ovviamente, gli errori ci sono stati e su quelli bisogna lavorare. "Quando si capisce che la partita va chiusa bisogna dare un morso e chiuderla".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.