Istat ribassa Pil, III trimestre +0,4%

Share

Istat ribassa Pil, III trimestre +0,4%

L'Istat abbassa le stime sulla crescita italiana del terzo trimestre del 2017, limando l'andamento del Pil al +0,4% sul trimestre precedente e al +1,7% su base annua.

La stima preliminare diffusa il 14 novembre 2017 scorso aveva rilevato un aumento congiunturale dello 0,5% e un aumento tendenziale dell'1,8%. Dall'Istituto sottolineano come comunque il "quadro resti positivo". La forte crescita di investimenti ed esportazioni è di buon auspicio per i prossimi trimestri, anche perché nel frattempo i consumi continuano a salire con regolarità (0,3% sul trimestre precedente e 1,5% sul trimestre corrispondente del 2016). Occorre precisare che i dati di oggi dell'Istat sono corretti per gli effetti di calendario, mentre la stima del Governo è su dati grezzi. La variazione acquisita del Pil, quella che si registrerebbe in caso di crescita congiunturale nulla negli ultimi tre mesi dell'anno, per il 2017 è pari all'1,4%.

Rispetto al trimestre precendente, tutti i principali aggregati della domanda interna registrano aumenti, con una crescita dello 0,3% dei consumi finali nazionali e del 3,0% gli investimenti fissi lordi.

In salita anche il valore aggiunto dell'industria (+1,3%) e dei servizi (+0,1%), mentre il valore aggiunto dell'agricoltura è diminuito del 3,6%.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.