Il CEO di Huawei ha definito "stupide" alcune modifiche alla EMUI

Share

Il CEO di Huawei Consumer Business Group, Richard Yu, ha definito "stupide" le modifiche apportate in precedenza al software EMUI basato su Android. Questo è quanto riferito da Information, citando fonti vicine che hanno visualizzato i suoi messaggi interni agli ingegneri del software.

In base a quanto riportato, sembra che le lamentele del CEO in merito alla EMUI siano riferite ad una certa incoerenza del comportamento da parte del software. Non è chiaro a cosa si riferisca di preciso, né a quale versione dell'UI proprietaria faccia riferimento. In particolare, le lamentele sono riferite alla tendenza del firmware a non evidenziare le sue caratteristiche uniche.

In un altro colloquio, Richard Yu aveva praticamente ammesso che il software aveva rappresentato per Huawei un punto debole, tale da aver frenato (sia in termini di prestazioni che di vendite) i suoi top di gamma negli anni precedenti, promettendo massimo impegno in ottica futura per continuare a migliorarlo, come poi è effettivamente avvenuto.

Proprio secondo il CEO, la priorità dovrebbe essere quella di rendere la EMUI più affine ai gusti occidentali.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.