Di Francesco: 'Aggrediamo il Qarabag e prendiamoci gli ottavi. Nainggolan a disposizione'

Share

Di Francesco: 'Aggrediamo il Qarabag e prendiamoci gli ottavi. Nainggolan a disposizione'

"Sono felice di lavorare meno sui concetti e giocare di più". E ritrovandosi, tra le tre italiane nella competizione, nella posizione forse migliore per puntare all'eventuale primato. Ed ecco le parole del tecnico giallorosso, Eusebio Di Francesco.

Di Francesco non fa sconti. Nelle grandi famiglie bisogna accettare quello che si fa, cercando di superare le difficoltà. Per la sfida in programma martedì sera all'Olimpico Eusoebio Di Francesco non ha dunque dubbi su quale formazione schierare all'Olimpico: rimetterà a centrocampo Nainggolan, tenuto a riposo in campionato, e Perotti, reduce da un brutto incidente stradale da cui è uscito illeso. Ci può giocare De Rossi?

La nota lietà è anche un'altra: ci sarà la prima convocazione Champions per Schick che partirà dalla panchina.

Lei disse che sarebbe stato complicato sostituire Spalletti.

La prepari come tutte le partite importanti che giochi, non la prepari diversamente da un derby o da un Roma-Juve. All'interno della squadra io sono sempre stato ottimista o lo continuerò ad essere.

Mi ha regalato grandi gioie e cocenti delusioni, un paio di brutte figure. Anche quella vittoria ha contribuito a darci consapevolezza della nostra forza. Ma ora basta pensare a Genova, pensiamo alla gara con il Qarabag. "E' stato un punto di partenza importante, anche perché vincere in trasferta in Champions non è mai facile". Ci sono squadre che sono nettamente più attrezzate, questo di domani è un passaggio fondamentale proprio per la nostra linea europea. Pessimismo a Roma? C'è sempre stato dall'inizio, figuriamoci con questo passaggio, darebbe ancora più forza al lavoro che stiamo facendo. Facciamo gli scongiuri, ma i primi 6 mesi del mister sono i migliori primi 6 mesi di ogni allenatore della Roma.

Come mai non ha fatto turn over visto che Peres è squalificato in Champions? . Il centrocampista della Roma dovrebbe essere titolare nella decisiva gara contro il Qarabag. Nel 2021 avrò 38 anni, mi sembra un po' difficile.

E' d'accordo con Sarri che senza le coppe si gioca uno sport a parte? . Qualche casino l'ha fatto, sapete cosa è successo, del clima con Francesco. Questo tuo lato del carattere ti ha più giovato o più nociuto?

"Con lo spirito di una partita che vale lo scudetto, un Roma-Juventus per capire. Sto bene, oggi. Fra quattro anni vedremo". "L'anno scorso abbiamo zoppicato un po' all'inizio, quest'anno corrono tutti, fosse stato così l'anno scorso avremmo vissuto mesi da capolista".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.