Catania, due "corrieri" fermati al casello con 3 chili di cocaina

Share

Catania, due

Il viaggio di Mario Favazza, 23 anni (prima foto) e Francesco Cavallaro, 36 anni (seconda foto) è terminato con l'accusa di trasporto e detenzione ai fini di spaccio di cocaina contestata dalla Polizia di Stato di Catania che ha proceduto all'arresto.

A scoprire il suo nascondiglio sono stati gli agenti del commissariato Porta Maggiore. All'interno dell'auto era nascosta la droga. A seguito di attività investigativa, personale della Squadra Mobile Sezione "Antidroga" ha appreso che, nel tardo pomeriggio del 2 dicembre, sarebbero giunti in città due autovetture, entrambe provenienti dalla Calabria, nello specifico una Fiat Panda di colore giallo, ed una Fiat Tipo di colore grigio con a bordo una donna, all'interno della quale era stato occultato lo stupefacente.

Espletate le formalità di rito, i due soggetti sono stati rinchiusi nel carcere di Catania, piazza Lanza, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. Dopo il successivo rinvenimento, a bordo delle due auto, sono stati trovati due distinti biglietti emessi da una società di traghetti della tratta Villa San Giovanni - Messina.

La donna ha immediatamente mostrato segni di insofferenza. La sua eccessiva irrequietezza lasciava ritenere che la notizia potesse essere giusta, pertanto i tre soggetti venivano condotti negli uffici della mobile. La droga era stata abilmente nascosta in un incavo dello sportello posteriore destro di una Fiat Tipo.

Da un controllo immediato dei telefoni si ha avuto modo di accertare come Cavallaro, durante il tragitto Catania - Calabria - Catania, comunicasse con Favazza.

La perquisizione ha confermato i sospetti, infatti sono stati rinvenuti in totale 141 grammi circa della predetta sostanza; in particolare, circa 61 grammi nel comodino della camera da letto e 80 grammi addosso al soggetto, tutti occultati e divisi in piccoli involucri confezionati.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.