Ancelotti: Io ct dell'Italia? Voglio allenare un club, vi spiego il motivo

Share

Intanto mi onora il fatto che mi vogliano tutti gli italiani, dopodiche' ci sono tante alte cose, prima di tutte la mia volonta'.

Carlo Ancelotti, allenatore, ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Rai Due nel corso della trasmissione Domenica Sportiva.

E sul contatto con la Figc dopo il disastro Mondiale e l'eliminazione contro la Svezia, Ancelotti ammette: "La Figc mi ha contattato, ma c'è conflitto di interessi fra la Nazionale e il club". Poi c'è una cosa di carattere nazionale, il calcio italiano ha dei problemi e per quanto mi posso impegnare non li posso risolvere da solo. "Il calcio italiano ha dei problemi e tutto il movimento deve essere coinvolto - spiega l'ex mister di Milan e Juventus - E' un problema di federazione e di calciatori, perche' quelli italiani al momento non sono piu' al top". Bisogna intervenire sui vivai. E' un problema della Federazione che tutto il movimento deve risolvere il problema. La Federeazione deve predominare sui club imponendo delle regole. Nazionale? Sarebbe come cambiare mestiere.

"La Figc mi ha contattato e ho risposto come a voi: preferisco allenare un club".

SUL FUTURO - "Voglio stare fermo fino a giugno e rispettare il contratto col Bayern".

SUL SOGNO - "Il sogno è quello di allenare una nazionale, ma forse sono troppo giovane". Ho detto che mi piacerebbe allenare ancora un club, cosa che piu' mi diverte.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.