[Rumor] Wonder Woman 2: Gal Gadot ci sarà, ma a una condizione

Share

[Rumor] Wonder Woman 2: Gal Gadot ci sarà, ma a una condizione

Il New York Post ha comunicato che Gal Gadot, protagonista del film Wonder Woman uscito quest'anno, si rifiuterà di unirsi al sequel, previsto per una prima data di dicembre 2019, se Brett Ratner rimarrà connesso al progetto.

Su Ratner, produttore cinematografico appunto di Wonder Woman, calano infatti pesanti accuse, come quella di essersi masturbato in un sedile di un auto accanto a un modello senza nome.

Gal Gadot, l'attrice israeliana conosciuta al grande pubblico per il suo ruolo in "Wonder Woman", continua a mostrare il suo supporto verso le donne che hanno accusato Brett Ratner di molestie. La situazione del regista e produttore si è aggravata dal momento che Ellen Page, interprete di Kitty Pryde nella saga cinematografica dei mutanti Marvel, lo ha accusato di atteggiamenti omofobi nei suoi riguardi.

Il film ha incassato globalmente più di 300 milioni di euro. "Adesso la Gadot ha detto che non firmerà per il sequel a meno che la Warner Bros. non elimini Brett dall'accordo finanziario e dalla produzione". Tutto grazie al fatto che la sua compagnia abbia contribuito al finanziamento del primo film.

Un portavoce della Warner Bros. ha negato questa presa di posizione da parte dell'attrice, ma è innegabile che Gal Gadot ha sempre dimostrato di avere una mentalità molto ferrea riguardo ai diritti delle donne e gli attacchi verso ogni forma di abuso.

La notizia della decisione di Gal Gadot potrebbe non essere vera.
. Warner Bros. ha annunciato che non ha intenzione di rinnovare la collaborazione con Ratner, ma i rapporti non sono stati ancora sistemati dal punto di vista burocratico.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.