Rimini, la madre fugge con l'amante ei figli la rapiscono

Share

Rimini, la madre fugge con l'amante ei figli la rapiscono

Una decisione che non era andata giù ai due figli, di 23 e 16 anni, che hanno deciso di rapirla e riportarla a casa nel Varesotto, con l'aiuto di un dipendente dell'azienda di famiglia, finito anche lui in manette insieme ai due figli per sequestro di persona. In viale D'Annunzio una pattuglia dell'Arma della Perla Verde si era vista sfrecciare una vettura con, appeso alla portiera tra l'abitacolo e l'asfalto, una persona di colore.

I carabinieri hanno notato la donna, costretta a bordo contro la sua volontà.

Il 34enne keniota era ancora aggrappato alla portiera dell'automobile che tentava di fuggire.

Si era data alla fuga con il suo amante portandosi dietro anche i soldi della famiglia. Pare che ad inviare i due giovani sia stato il padre, un uomo di 49 anni, lasciato dalla donna che ha scelto di stare con il kenyota spendendo quasi tutto il budget familiare. Lo scorso gennaio, secondo quanto emerso, i figli avevano già cerato una prima volta di rapire la madre, ma la prontezza del suo nuovo compagno aveva sventato il tentativo.

Ad essere arrestati, con l'accusa di sequestro di persona aggravato in concorso, sono stati un dipendente dell'azienda di famiglia 49enne e i due figli della donna, un 24enne e un 16enne.

La mamma scappa con l'amante e con sé porta tutti i risparmi di famiglia.

La 45enne, insieme al marito, è infatti l'intestataria di una serie di ditte edili ed, entrambi, risultano essere vecchie conoscenze delle forze dell'ordine con l'uomo che, nel milanese, è sottoposto alla sorveglianza speciale.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.