Parà Aeronautica 41enne Mirko Rossi muore dopo lancio

Share

Parà Aeronautica 41enne Mirko Rossi muore dopo lancio

Incidente durante lancio con paracadute: sergente maggiore dell'Aeronautica militare muore durante l'addestramento a Guidonia.

Dramma a Guidonia dove nel tardo pomeriggio di ieri è deceduto per un incidente il Sergente Maggiore Mirko Rossi, paracadutista 41enne dell'Aeronautica Militare. Per cause al momento da accertare, il paracadute del graduato ha avuto un malfunzionamento e il sottufficiale si è schiantato al suolo riportando gravissimi traumi.

Anche il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Graziano, e la ministra della Difea, Roberta Pinotti, appresa notizia del decesso del Sergente Maggiore Mirko Rossi durante l'attività di addestramento di lancio con il paracadute, hanno espresso "le più sentite condoglianze ai familiari del Sottufficiale e al Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica".

Già Reparto incursori dell'Aeronautica militare, il "17/o" trae le proprie origini dagli "Arditi distruttori della Regia Aeronautica", corpo d'elite che operava nella Seconda guerra mondiale, soprattutto in Africa settentrionale. Subito soccorso dal personale medico presente nella base, è stato trasportato da un elicottero del 118 presso il policlinico Gemelli di Roma, dove è deceduto. Per cause ancora in corso di accertamento il paracadute ha avuto un malfunzionamento. Gli incursori dell'Aeronautica - impiegati nelle più delicate missioni italiane all'estero, attualmente in Afghanistan - sono specializzati nelle operazioni speciali a connotazione aeronautica: dalle attività di ricerca e soccorso di piloti caduti in territorio "nemico" alla designazione laser degli obiettivi da colpire, dalla individuazione e allestimento di piste d'atterraggio improvvisate alle azioni militari su infrastrutture di tipo aeronautico, come ad esempio la neutralizzazione o la conquista di aeroporti.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.