Panama Papers, coinvolta anche la Regina Elisabetta

Share

Panama Papers, coinvolta anche la Regina Elisabetta

Arrivano nuove rivelazioni sui vip (ma non solo) che hanno investito i loro soldi nei paradisi off-shore.

Il nome in codice della nuova inchiesta giornalistica internazionale è Paradise Papers ed è firmata dallo stesso network dei Panama Papers, le carte segrete dello studio Mossack Fonseca che nel 2016 hanno per la prima volta svelato come i big della Terra occultano i propri patrimoni nei paradisi fiscali e societari. Tra i nomi di spicco di questa nuova lista c'è anche la regina Elisabetta. La sovrana britannica risulta aver investito ingenti somme - circa 10 milioni di sterline - nel paradiso fiscale della Cayman attraverso il Ducato di Lancaster. Coinvolto nello scandalo anche Lord Ashcroft, businessman ed ex dirigente del Partito Conservatore britannico, che avrebbe a sua volta nascosto una fortuna pari a 450 milioni su conti offshore.

La Bbc sottolinea come non ci sia nulla di illegale nell'investimento e non c'è nessun elemento che lasci intendere che la Regina non paghi le tasse. E poi ancora: il co-fondatore della Microsoft, Paul Allen, la regina di Giordania, il tesoriere del primo ministro canadese Justin Trudeau, il finanziere George Soros e il ministro al commercio di Donald Trump. Da quanto emerge dai 13 milioni di documenti Ross avrebbe mantenuto le sue quote nell'azienda di trasporti Navigator Holdings Ltd, una società offshore creata nelle isole Marshall nell'Oceano Pacifico, di cui è stato anche presidente.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.