Nuova giornata di sciopero venerdì 10 novembre: a rischio i trasporti

Share

Nuova giornata di sciopero venerdì 10 novembre: a rischio i trasporti

Problemi e disagi in arrivo nelle principali città italiane.

È stato proclamato uno sciopero generale nazionale dei trasporti per venerdì 10 novembre: durerà 24 ore, con qualche eccezione, e coinvolgerà i lavoratori di aziende pubbliche e private che gestiscono i trasporti urbani locali, il traffico ferroviario e quello aereo.

Qui potete leggere le motivazioni dello sciopero che è stato indetto dall'Unione Sindacali di Base (USB) per contrastare le politiche economiche e sociali del governo e per una loro radicale inversione, a cominciare dalla prossima legge di stabilità.

A Milano all'agitazione, prevista per venerdì 10 novembre, potrà aderire il personale viaggiante di Atm sia di superficie sia della metropolitana. Lo scioperò riguarderà anche l'altra società attiva nel trasporto pubblico, Roma TPL. Rispettate le fasce orarie di garanzia 6-9 e 18 -21. Anche funicolari e metropolitana garantiranno un servizio minimo: sul sito di ANM, Agenzia Napoletana Mobilità, ci sono gli orari della prima e dell'ultima corsa, di mattina e di sera.

Napoli: servizio garantito dalle 05.30 alle 8.30 e dalle 17 alle 20.

Treni a rischio dalle 21 di giovedì 9 novembre. "Lo sciopero è convocato anche per nuove politiche sociali in tema di diritto all'abitare, di salvaguardia e messa in sicurezza del territorio, di contrasto alla xenofobia e al razzismo". Venerdì 10 novembre viaggeranno i treni regionali e a lunga percorrenza inseriti nella lista dei "Servizi Minimi Garantiti". A scioperare saranno i controllori di volo dell'Enav che aderiscono a Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-T e Unica, che si fermano per 4 ore.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.