No vax, l'Ue: "Responsabili della morte dei bimbi non vaccinati"

Share

No vax, l'Ue:

Oggi, lo schiaffo è arrivato invece da Bruxelles, dove il commissario dell'Ue alla Salute, Vytenis Andriukaitis, ha parlato di una "responsabilità morale" degli anti-vaccinisti per la morte di quei bambini il cui decesso è dovuto alla mancata vaccinazione. "Questi movimenti ci riportano decenni indietro, agli anni dell'oscurantismo".

Andriukaitis non risparmia le parole: "Le famiglie che seguono le raccomandazioni" dei movimenti no-vax "sono costrette a seppellire i loro bambini. Quelli che si oppongono ai vaccini dovrebbero rendere visita a questa famiglia e andare alla tomba di questo bambino", ha proseguito il commissario lituano, medico cardiologo.

Per arginare i rischi della campagna anti-vaccini, sottolineati da tempo dalla Commissione Ue, Andriukaitis ha chiesto agli stati membri di "sostituirsi" ai genitori che non vaccinano i loro figli per "proteggere il loro diritto alla vita" imponendo la vaccinazione obbligatoria.

"I bambini non possono scegliere", ha continuato Andriukaitis. "I vaccini sono uno dei più efficaci strumenti di prevenzione di decessi e malattie non c'è nessuno che lo metta in dubbio a livello scientifico", ha detto il commissario, aggiungendo che "se i genitori non capiscono ciò che stanno facendo, i governi sono obbligati a intervenire per garantire la salute dei bambini" come prevede anche "la Convenzione internazionale sui diritti dell'infanzia, sottoscritta da tutti gli stati membri dell'Ue".

Nel Rapporto sullo Stato della salute nell'Unione europea pubblicato insieme all'Ocse, si sottolinea che in Italia "la riduzione delle vaccinazioni abbia portato a un'epidemia preoccupante di casi di morbillo nel 2016 e 2017. Perché? Perché non c'erano vaccini". Una percentuale superiore alla media Ue, che sale fino al 15% se si considerano le fasce sociali a basso reddito.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.