Milano, una ragazza respinta dalla discoteca perché diabetica

Share

Milano, una ragazza respinta dalla discoteca perché diabetica

A denunciare il fatto una ragazza che, sul sito portalediabete.org, si firma M.F. Le sarebbe stato negato l'accesso alla discoteca Old Fashion di Milano, perché aveva con sé tre bustine di zucchero e un succo di frutta in quanto diabetica, ma nel locale era vietato introdurre cibi.

Discriminata perché diabetica e per questo lasciata fuori da una nota discoteca milanese. Sarà possibile eseguire il test per controllare il proprio valore glicemico, oltre che conoscere a fondo la patologia e cosa fare in caso di emergenza ipoglicemica.

"Oggi voglio che si sappia quello che mi è accaduto ieri sera. Il buttafuori, buono solo da buttare nell'umido per quanto fosse viscido, ha detto che non si può portare nulla dentro di alimentare, che se volevo entrare dovevo buttare le cose che avevo con me", ha raccontato la ragazza. Io ho sottolineato che sono diabetica spiegando tutto: perché avessi con me lo zucchero, che in quei casi bisogna essere tempestivi. Io ho mostrato il mio certificato - ha aggiunto - mortificata di fronte a una decina di persone che erano con me per festeggiare la laurea di una mia amica.

"Mi ha detto di starmene a casa" - ha concluso la ragazza. "Trovo che l'ignoranza sia ingiustificata - conclude la ragazza nel suo post - e più di tutto la presunzione di fronte a qualcosa che non conosci. Perchè mi rendo conto sempre di più in che paese viviamo". La ragazza afferma di avere mostrato un certificato, ma dalle nostre registrazioni di video sorveglianza questo non si VEDE MAI ACCADERE, e, infine, che tutto queste attenzioni erano basate ESCLUSIVAMENTE sulle affermazioni della ragazza senza che questa ABBIA MAI mostrato il famoso certificato medico che asserisce di aver mostrato. In merito alla vicenda è intervenuto anche il direttore dell'Istituto di sul diabete dell'ospedale San Raffaele docente di endocrinologia professor Lorenzo Piemonti il quale ha scritto una lettera indirizzata a Roberto Cominardi ovvero il gestore della discoteca Old Fashion e ha deciso di pubblicarla su Facebook. Questo è il motivo per cui tutti i pazienti con diabete di tipo 1 portano con sé, come farmaco salvavita, lo zucchero o un succo di frutta, non solo perché lo raccomanda il medico, ma anche perché dopo aver sofferto di un abbassamento grave dello zucchero del sangue ci si rende conto di quanto possa essere importante averlo a disposizione immediatamente ai primi sintomi. "L'operatore ha detto alla ragazza che non poteva entrare con quel liquido nella borsa e neppure con le bustine di zucchero e che dentro avrebbe trovato tutto quello che gli serviva".

La denuncia è arrivata puntuale sulle pagine di Portale Diabete, la pagina web dove le persone colpite da questa malattia condividono le loro esperienza.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.