Media: i ministri consigliano alla May di prepararsi ad una Brexit dura

Share

Secondo quanto riferito dal Sunday Times, ci sarebbero stati nuovi tentativi di ribellione del partito conservatore contro il primo ministro per obbligarla alle dimissioni. I laburisti e altri partiti d'opposizione segnalano che la premier non dispone più dei numeri per far approvare il testo, dopo che è emerso che 40 deputati Tory sarebbero pronti a firmare una mozione di sfiducia nei suoi confronti: se altri otto si uniranno, la mozione potrebbe essere concretamente messa al voto a Westminster.

Intanto, secondo il Mail on Sunday, si sta creando anche una fronda interna per spingere la May ad una uscita rapida dalla Ue senza alcun accordo commerciale.

E' di ieri poi la pubblicazione di una lettera in cui i due alfieri anti-Ue del governo May, il ministro degli Esteri Boris Johnson e quello dell'Ambiente Michael Gove, sembrano dettare la linea a Downing Street sulla Brexit.

Inoltre sollecitano la May ad assicurarsi di avere il sostegno di tutti i membri del suo team "sui piani di uscita". Un riferimento al cancelliere Phillip Hammond, sostenitore del 'remain' che opta invece per un'uscita soft. I ministri hanno proposto un incontro alla May per discutere la questione in un momento a lei conveniente.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.