Mattarella a università Udine: ateneo rappresenta una sfida vinta

Share

Mattarella a università Udine: ateneo rappresenta una sfida vinta

"L'attività delle nostre università riguarda il futuro, è di avanguardia, guarda al futuro". Lo ha detto il presidente della repubblica Sergio Mattarella, all'apertura dell'anno accademico dell'Ateneo friulano.

Prima della cerimonia di inaugurazione, Mattarella ha salutato Stefania Collavin, vedova di Cristian Rossi, l'imprenditore di Reana del Rojale vittima nel 2016 della strage di Dacca, in Bangladesh, assieme al friulano Marco Tondat e altri sette connazionali.

"Questo evento - ha rilevato l'assessore regionale - ci sprona a guardare al futuro consapevoli di avere una ricchezza che certamente viene dal passato ma che è fortemente indirizzata al futuro". "E una scommessa per il Paese; gli atenei sono avanguardia decisiva e fondamentale, e questo ateneo - ha puntualizzato - ne fa parte con grande protagonismo".

Il quarantennale dell'Università di Udine "richiama il forte rapporto con territorio". "Lo si è visto anche nella presenza in città di molte sue sedi".

"Un ateneo importantissimo per il territorio friulano, un'università nata dopo il terremoto, unica in Italia per volontà popolare", ha ricordato Panariti. Nell'occasione il rettore ha donato al capo dello Stato una canna d'organo, "un ricordo di questa partecipazione creato dal nostro laureato honoris causa, il maestro organaro Gustavo Zanin, che nel corso della sua lunga attività ha realizzato quattrocento organi in tutto il mondo". Ora l'Università si è sviluppata, ha un respiro internazionale.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.