Italia-Svezia, l'ora della verità: Jorginho a centrocampo e Gabbiadini in attacco

Share

Italia-Svezia, l'ora della verità: Jorginho a centrocampo e Gabbiadini in attacco

Per la partita più importante della sua carriera da allenatore, Gianpiero Ventura punta sulle (poche) certezze della compagine azzurra. L'ultima e unica mancata qualificazione degli azzurri a una Coppa del Mondo risale al 1958.

Non ci sono dunque più mezze misure: stasera a San Siro l'intero Paese calciofilo spera - o pretende? - che l'undici azzurro torni a far sognare, scrollandosi di dosso la paura mostrata a Solna e riprendendo in mano le redini del proprio destino. Per Ventura, Tavecchio e tutti i vertici federali, ora, si apre la lunga stagione dei processi e delle condanne. Centrocampo a 5 con al centro Jorginho, Florenzi e Parolo mentre sugli esterni agiranno Candreva e Darmian.

Svezia (4-4-2): Olsen; Lustig, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Johansson (19' pt Svensson), Larsson (27' st Rohden), Forsberg; Toivonen (9' st Thelin), Berg. Nella rifinitura ad Appiano Gentile, Ventura ha provato Manolo Gabbiadini al fianco di Ciro Immobile, e così vorrebbe presentarsi all'appuntamento con la Svezia. Modulo di riferimento continuerà ad essere il 4-4-2 con la coppia d'attacco composta da Berg e Toivonen.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.