Il boss Zagaria tenta di strozzarsi in aula col filo del telefono

Share

Il boss Zagaria tenta di strozzarsi in aula col filo del telefono

Zagaria ha cercato di rendere dichiarazioni spontanee, come riportato da CasertaNews, cercando di protestare contro la fiction Rai 'Sotto copertura' - nei giorni scorsi gli avvocati di Zagaria hanno chiesto alla Rai un risarcimento di 100mila euro per diffamazione.

Durante un'udienza questa mattina in Corte D'Assise a Napoli che lo vede imputato per due omicidi, in videoconferenza dal Carcere di Opera di Milano Michele Zagaria - al 41bis - ha portato avanti la sua protesta contro la Rai.

Il boss dei Casalesi Michele Zagaria ha tentato il suicidio. Il presidente, però, gli ha tolto la parola, ritenendo l' argomento non pertinente al processo e il boss si è avvolto intorno al collo il filo del microfono accennando a un tentativo di suicidio subito interrotto dall'intervento degli agenti della Polizia penitenziaria. "Ciò che viene narrato - si legge nella loro nota - non è assolutamente realistico e molti sono i particolari inventati dagli sceneggiatori: uno fra tutti, e forse il più grave, quello che dipinge Michele Zagaria come un uomo attratto sessualmente dalla giovane figlia della famiglia che per anni lo ha ospitato; cosa che ha profondamente offeso e disgustato il nostro assistito". "Abbiamo ricevuto risposta negativa e, quindi, abbiamo presentato un ricorso cautelare al Tribunale di Roma che ha fissato l'udienza per il prossimo 28 novembre".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.