Euro Zona, inflazione novembre sale all'1,5% a/a

Share

Euro Zona, inflazione novembre sale all'1,5% a/a

È ancora fiacco l'andamento dei prezzi in Italia.

L'inflazione acquisita per il 2017 è pari a +1,2% per l'indice generale e +0,6% per la componente di fondo. L'indice armonizzato è cresciuto dell'1,3% su base annua dal +1,2% di ottobre.

A ottobre era stato piatto su mese e aveva registrato un +1,1% su anno. L'inflazione di fondo, al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, scende di un decimo di punto percentuale (+0,4% da +0,5% di ottobre).

Su base annua la crescita dei prezzi dei beni accelera, seppur lievemente, e si attesta a +1,3% (da +1,2% di ottobre) mentre rallenta quella dei servizi (+0,5% da +0,7%). L'inflazione core, che esclude le componenti più volatili e meno controllabili attraverso la politica monetaria, è rimasta ferma allo 0,9%, contro l'atteso incremento all'1,0 per cento. I prezzi dei soli alimentari e delle bevande analcoliche sono aumentati dello 0,3% e dell'1,9% su novembre 2016.

È possibile - come ipotizza Fabio Fois di Barclays - che l'apprezzamento dell'euro si sia fatto sentire sui prezzi dei beni industriali, mentre sono calate le pressioni anche sui beni chiusi alla concorrenza internazionale (i non-tradables). I prezzi al consumo sono attesi all'1,5%, su base tendenziale, in accelerazione rispetto all'1,4% del mese precedente.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.