Elezioni, sarà ballottaggio fra Di Pillo e Picca

Share

Elezioni, sarà ballottaggio fra Di Pillo e Picca

Elezioni X Municipio Roma, risultato Ostia: come si vota, candidati e favoriti.

Il candidato presidente scelto è un personaggio molto seguito sui social: Luca Marsella, trentaduenne romano e responsabile di CasaPound nel X Municipio di Roma sin dalla nascita del movimento, solo nella sua pagina Facebook conta più di 21mila like e una pagina dedicata alle attività del partito nel X Municipio con 7.500 like; con interazioni elevate ai vari post. Martina, euforica, mostra un foglio su cui tutti i militanti avevano scritto il loro pronostico, sottolineando che la maggior parte ha sbagliato per difetto, mentre Alessandro, figlio di un altro militante, si intrattiene con un anziano residente galvanizzato dalla performance di Marsella, "che ora deve fondare un sindacato e cacciare i preti e gli stranieri da Ostia".

Ma guai a parlare di trattativa o di gioco al rialzo, perché Marsella tiene a precisare che Casapound "non farà accordi, non farà apparentamenti e non chiederà poltrone con due forze che hanno clamorosamente fallito la prova del governo". L'ex viceparroco Franco De Donno invece ha totalizzato l'8,61%. Quello che si pensava come un partito con un elettorato sovrapposto a quello di Noi con Salvini (che ha invece confermato i voti del 2016, con un leggero miglioramento) si è invece dimostrato nella decima circoscrizione di Roma Capitale come un partito direttamente concorrenziale a quello di Giorgia Meloni. Buona prestazione di Casapound che, però, si ferma sulla soglia del 10%. Per il ballottaggio il nostro obiettivo, infatti, è quello di aumentare la partecipazione dei cittadini, soprattutto quella di coloro che si sono allontanati dalla vita politica dopo lo scioglimento dell'ultima Giunta per infiltrazioni mafiose.

Gli fa eco Guglielmo, più giovane, che li conosce come "bravi ragazzi", anche se afferma di non averli votati, inibito dai presunti rapporti opachi con gli Spada.

Per conoscere i risultati delle elezioni avvenute nella giornata di ieri a Ostia bisognerà aspettare il 19 Novembre, in quanto il M5S e CasaPound si trovano in ballottaggio. "Il mio più grande augurio per il territorio è che trovi un riscatto dall'onta del commissariamento", spiega Monica Picca (FdI) appena fuori dal suo seggio elettorale pochi istanti fa.

M5S, persi quasi 20mila voti in un anno e mezzo. "Guardiamo con interesse ai loro elettori per questo ballottaggio". "E' evidente il successo dell'effetto Raggi".

Mi pare che il nodo sia tutto qui. Ma vediamo tutti i risultati definitivi.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.