Ducati 959 Panigale Corse, ispirata alla MotoGP

Share

Ducati 959 Panigale Corse, ispirata alla MotoGP

Tra queste c'era la tanto attesa nuova punta di diamante, la Panigale V4. Si chiama Panigale Corse e presenta contenuti finalizzati a migliorare ulteriormente le performance su strada e soprattutto in pista.

Le nuove quote ciclistiche, che vedono un incremento dell'interasse grazie al forcellone più lungo e alla nuova geometria dell'anteriore permettono una guida più efficace tra le curve garantendo la massima stabilità, anche a pieno carico con borse laterali e passeggero. Le sospensioni sono di tipo semi-attivo (di serie sulla versione S) e vengono controllate dal sistema Ducati Skyhook Suspension Evolution. Le modalità per guidare la Ducati Panigale V4 sono Race, Sport e Street. A questo è stata associata una corsa più lunga (che porta ad una cilindrata totale di 1.103 cm³) per aumentare la coppia ai bassi e medi regimi e ridurre il regime di rotazione massima in modo da rendere più gestibile l'erogazione. In comune ovviamente il motore Desmosedici Stradale, capace di una potenza che può arrivare fino a 226 cvutilizzando lo scarico racing Akrapovic.

Ma in questi anni Ducati ha ampliato la gamma anche esplorando segmenti nuovi che guardano al passato: "Ne è un esempio la Scrambler - spiega ancora Domenicali - che arriva all'Eicma in versione 1100, la più matura e tecnologica di questo nuovo brand Ducati".

VERSIONE PIKES PEAKOltre alla livrea dedicata ispirata alle corse la Multistrada 1260 Pikes Peak è equipaggiata con nuove ruote in alluminio forgiato, più leggere di ben 3 kg rispetto a quelle della Multistrada 1260 S. A queste si aggiungono la forcella Öhlins e l'ammortizzatore Öhlins TTX36, entrambi completamente regolabili meccanicamente. "Sul mercato ci sono altri motori V4, ma nessuno ha l'albero controrotante e scoppi asimmetrici (soluzioni che aumentano la maneggevolezza, ndr)".

Il propulsore è il nuovo DVT da 1262cc omologato Euro 4 da 158 cv a 9.750 giri/min e 13,2 kgm a 7.500 giri/min ed è abbinato a un nuovo Ride by Wire più performance e al cambio elettronico (Up & Down).

Ma l'elettronica beneficia anche di una piattaforma inerziale Bosch, un piccolo cervello che aiuta a gestire al meglio i singoli sistemi come il Cornering ABS, il controllo dell'impennata e il controllo della trazione (settabile su otto livelli e disattivabile).

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.