Coalizione larga a sinistra, i dubbi di Renzi su Mdp

Share

Coalizione larga a sinistra, i dubbi di Renzi su Mdp

Renzi ritiene anche "cruciale" coinvolgere i moderati perché "non siano risucchiati da Berlusconi". "Dobbiamo tenere fronte aperto con l'ala moderata e centrista".

La notizia era nell'aria da tempo: l'ex premier e segretario del Partito Democratico Matteo Renzi e Paolo Siani, primario di Pediatria nonché fratello del giornalista ucciso dalla camorra Giancarlo e punto di riferimento nel coordinamento dei parenti delle vittime di camorra si sono visti più volte nel corso di quest'anno a Napoli e molti avevano pensato alla possibilità di un Siani candidato. Abbiamo recuperato il gap, abbiamo ancora tanto da fare. "Da parte nostra - ha aggiunto riferendosi ai fuoriusciti del Pd - c'è il senso della responsabilità". In prima fila ad ascoltare il segretario c'è il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. "Poi vogliamo il dialogo a sinistra in primis con Cp, a cui lanciamo parole di dialogo e disponibilità come quelle che in larga parte abbiamo sentito ieri, e vogliamo un confronto con Mdp, SI e Possibile". Qualcuno aveva ipotizzato la poltrona di sindaco di Napoli quando scadrà la consiliatura di Luigi De Magistris, ma il segretario Dem vuole il pediatra partenopeo al Parlamento. "Il futuro è una pagina bianca", "o la scriviamo noi o la destra". Ora che la "tragedia", per dirla con Romano Prodi, si è compiuta e che c'è il rischio che anche le elezioni politiche diventino un "affare" tra grillini e centrodestra, c'è chi prova a rimettere insieme se non una coalizione, almeno una sorta di "civile convivenza" che eviti di avvantaggiare nei collegi berlusconiani e grillini. E si rivolge quindi ai potenziali alleati invitando a decidere "in tempi brevi": "Chi vorrà rompere lo dovrà fare in modo trasparente e chiaro perché da noi non troverà alcuna sponda".

A Fassino ruolo di 'pontiere' con la sinistra - "Mi hanno accusato - ha detto Renzi - di perseguire la filosofia del'uomo solo al comando".

"Dobbiamo togliere dal campo" del dibattito sulle coalizioni "il tema dei diritti". Non è che facciamo lo ius soli per fare l'accordo con Mdp. Lo facciamo perché un diritto, senza scambiarlo in un accordo di coalizione. Chiedo a tutti di essere aiutato in questo percorso.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.