Carige, aumento al via con incognita Bce

Share

Carige, aumento al via con incognita Bce

Dalle avvertente del prospetto pubblicato sul sito della banca relativamente all'aumento che parte oggi si legge che "l'investimento in azioni Banca Carige è altamente rischioso e che l'investitore rischia di vedere azzerato il valore del proprio investimento in caso di mancato buon esito dell'aumento di capitale per un ammontare minimo di euro 500 milioni". Secondo il documento firmato e definito nella notte tra venerdì e sabato, l'aumento di capitale di Banca Carige si farà. Fra questi il fondo Algebris di cui sopra si è candidato a rilevare una quota del 2% poiché "crediamo che questa volta ci sia una pulizia definitiva e che il nuovo management sarà in grado di risanarla completamente", ha detto Davide Serra.

Per quanto riguarda le spese dell'aumento di capitale - comprese le "commissioni da riconoscere ai membri del consorzio di garanzia e ad Equita Sim - è stimato in circa 51,7 milioni al lordo dell'effetto fiscale, di cui 14,7 milioni che l'emittente sosterrà a prescindere dal perfezionamento dell'aumento di capitale". La ricapitalizzazione di Carige, appunto perchè finalizzata alla ristrutturazione della banca, prevede anche l'emissione di un massimo di 6.000.000.000 nuove azioni ordinarie che sono da destinare ai portatori dei titoli subordinati. Alle 11.30 sarà l'amministratore delegato dell'istituto di credito genovese Paolo Fiorentino a presentare la nuova misura di ricapitalizzazione.

"I grandi traguardi non si raggiungono da soli".

Per Carige questo passaggio è già stato fatto, con esito positivo, cosa che comporta la comunicazione che l'aumento sarà fatto - appunto - in modalità modello rolling.

Ieri intanto chiusura con il botto per Carige a Piazza Affari.

A mettere la banca in bilico, un numero sproporzionato di Npl, nonostante il ricorso alle garanzie pubbliche per i crediti deteriorati. I quali dovranno decidere se dare fiducia per la terza volta in cinque anni a una banca che ha bruciato 1,65 miliardi di euro raccolti con i precedenti due aumenti. E ancora, i problemi di redditività con una perdita per il 2017 a oggi di circa 210 milioni di euro. Un problema su cui è intervenuto il vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura Giovanni Legnini che ha proposto di intensificare le indagini sulle banche con l'istituzione di una super procura, sul modello antimafia di Falcone degli anni 90.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.