Baby, la nuova serie di Netflix sulle squillo minorenni dei Parioli

Share

Baby, la nuova serie di Netflix sulle squillo minorenni dei Parioli

Dopo il lancio mondiale di Suburra e l'annuncio della docu-serie Juventus FC, il colosso dello streaming investe ancora nelle produzioni europee, con un occhio di riguardo per l'Italia.

Una serie tv sulle baby squillo dei Parioli. Le vicende raccontate sono quelle di un gruppo di ragazzi dei Parioli, adolescenti alla ricerca della propria identità ed indipendenza, destreggiandosi tra amori proibiti, segreti e famiglie non proprio accondiscendenti. Illustra diverse esperienze dei teenager italiani attraverso lo stile dei Grams, un nuovo collettivo composto da cinque giovani autori: Antonio Le Fosse, Eleonora Trucchi, Marco Raspanti, Giacomo Mazzariol e Re Salvador. Al gruppo si sono uniti gli scrittori Isabella Aguilar e Giacomo Durzi.

Dopo il successo di Suburra, Netflix ha deciso si produrre una nuova serie totalmente made in Italy che racconterà la prostituzione minorile nella capitale. Le riprese inizieranno nel 2018, quindi si attendono presto notizie su cast e registi.

Annunciata da Netflix come "un caso unico e senza precedenti all'interno della piattaforma", Baby è prodotta da Fabula Pictures, giovane società di produzione televisiva e cinematografica romana, impegnata nella realizzazione di progetti dal taglio innovativo e con un approccio originale. "La grande libertà creativa che Netflix ci offre è il terreno perfetto per sperimentare nuove modalità di storytelling nella televisione dle nostro paese". "Non potremmo essere più emozionati di iniziare a lavorare a questa serie" ha dichiarato Erik Barmack, Vice President International Originals di Netflix.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.