Via libera dal Cdm per la rottamazione delle cartelle

Share

Via libera dal Cdm per la rottamazione delle cartelle

Sono le principali misure contenute nel decreto fiscale collegato alla manovra, che conterrà parte delle coperture della legge di bilancio e che sarà esaminato a breve dal Consiglio dei ministri. Un documento - sebbene non nell'ordine del giorno formale - che anticipa la legge di Bilancio per il 2018, attesa dal governo per lunedì prossimo in modo da esser poi inviata a Bruxelles e iniziare l'iter parlamentare. Torna, dunque, la rottamazione per le cartelle.

Il governo avrebbe fissato il limite ai ruoli dei primi 9 mesi dell'anno, con la possibilità di pagare in 5 rate di uguale ammontare fino a febbraio 2019. La riapertura della sanatoria delle liti pendenti potrebbe invece valere circa 250 milioni.

Secondo quanto si apprende, essendo il ministro dell'economia, Pier Carlo Padoan, al meeting del Fmi a Washington, alcune parti del decreto fiscale approvato durante il Consiglio dei ministri di oggi devono essere messe a punto e questo lavoro di limatura verrà svolto nel fine settimana. La necessità del provvedimento è cresciuta dopo la questione Mediaset-Vivendi. Il decreto fiscale approvato prevede, tra le altre norme, anche la proroga del prestito ponte per Alitalia. Il prestito ponte era stato concesso lo scorso 2 maggio ed era restituibile entro 6 mesi.

Nello stesso decreto i capitoli per rifinanziare le missioni militari all'estero e il Fondo di garanzia per le Pmi (con 550 milioni) mentre sarà istituito il Fondo imprese Sud, con una dotazione di 150 milioni di euro per la crescita dimensionale delle Pmi delle Regioni meridionali.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.