Venezuela, rilasciato il giornalista italiano Roberto Di Matteo

Share

Venezuela, rilasciato il giornalista italiano Roberto Di Matteo

E' stato rilasciato dalle autorità del Venezuela, Roberto Di Matteo, il giornalista italiano arrestato nel Paese sudamericano. La notizia è stata immediatamente diffusa dal sindacato nazionale dei giornalisti il sindicato National de trabajadores de la Prensa.

Di Matteo si trovava nella struttura insieme a due colleghi, il venezuelano Jesús Medina e lo svizzero Filippo Rossi.

Roberto Di Matteo, il giornalista italiano in carcere in Venezuela è stato rilasciato dalle autorità. La notizia del rilascio è stata confermata anche da papà di Roberto, Antonio, con un post su fb: "Roberto è libero" ha commentato sul social network. L'Sntp ha subito chiesto alle autorità di fornire "informazioni reali" su dove si trovassero e di "garantire la vita, la libertà e l'integrità dei giornalisti detenuti". I tre sono stati rilasciati dopo la loro udienza di fronte alla magistratura. Appello fatto proprio anche da altre organizzazioni.

Il carcere di Tocoron è conosciuto per gli episodi di violenza e i diversi crimini che avvengono all'interno.

La Sociedad Interamericana de Prensa (SIP) ha stimato che l'anno scorso le intimidazioni e gli arresti arbitrari contro i giornalisti sono aumentati. Il giornalista è stato assistito da un legale dell'ambasciata italiana a Caracas. In Venezuela, il Colegio Nacional de Periodistas (CNP) ha denunciato un'ondata di attacchi contro i giornalisti in particolare mentre coprivano le proteste dell'opposizione anti-chavista, tra aprile e luglio. Insieme a lui sono tornati in libertà anche il collega svizzero Filippo Rossi e il venezuelano Jesus Medina. La Farnesina, tramite l'Ambasciata e il Consolato generale a Caracas, ha seguito il caso sin dal primo momento. Noi speriamo rientri". E prosegue: "Non lo abbiamo ancora sentito, anche perché non ha il cellulare, glielo hanno sequestrato: suppongo che troverà la maniera per chiamare, e sicuramente contatterà prima la moglie.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.