"STELLE CADENTI " arrivano le Orionidi

Share

In quest'assurdo ottobre tra caldo estivo e smog alle stelle, c'è uno spettacolo che sta per iniziare: sono in arrivo le meteore d'autunno, le Orionidi, protagoniste della seconda metà del mese di ottobre. Sarà un passaggio particolarmente abbondante: secondo le stime dell'Unione astrofili italiani, infatti, si potranno osservare fino a 30 stelle cadenti ogni ora.

Ad ogni modo, il momento migliore per fermarsi a osservare la pioggia luminosa è dopo la mezzanotte, quando il radiante (il punto da cui hanno origine) sarà alto sull'orizzonte.

Le ORIONIDI non sono altro che il rimasuglio della coda della cometa Halley (essa riapparirà nel 2061, ndr). A favorire la visibilità di questo fenomeno per questa notte l'assenza della Luna.

Le meteore sono in realtà attive tra i primi di ottobre e i primi di novembre, ma è tra il 18 e il 23 ottobre che la Terra nel suo moto incontra zone più o meno dense di frammenti, regalandoci una frequenza sempre superiore alle 20-30 meteore/h.

Il loro nome deriva proprio dal radiante, che si trova in una regione a Nord della seconda stella più luminosa della costellazione di Orione, particolarmente famosa anche perché formata da circa 130 stelle visibili a occhio nudo ed identificabile dall'allineamento di tre stelle che formano la cosiddetta Cintura di Orione. Si incendiano entrando in atmosfera a una velocità di oltre 60 chilometri al secondo lasciando una scia giallo-verde. Bill Cooke, a capo del Meteoroid Environment Office della NASA, già nel 2014 esprimeva tutto il suo entusiasmo per il passaggio sul nostro pianeta di questo sciame: "La pioggia di Orionidi non sarà forse la più forte dell'anno, ma è di sicuro la più bella".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.