Squadra Mobile 2, le anticipazioni di mercoledì 25 ottobre 2017

Share

Squadra Mobile 2, le anticipazioni di mercoledì 25 ottobre 2017

Mercoledì 18 ottobre Canale 5 propone Squadra Mobile - Operazione Mafia Capitale, la fiction poliziesca in cui vengono raccontate in forma romanzata le vicende avvenute in merito allo scandalo di corruzione a Roma dieci anni fa, nella finzione seguite dalle indagini della Mobile capitanata dal Vice Questore Ardenzi (Giorgio Tirabassi).

La sesta puntata si è conclusa con Sabatini e Guaraldi che si danno appuntamento per uno scambio: la scheda SD contenente la registrazione che incastrerebbe Guaraldi in cambio dei diamanti.

A seguire ecco le anticipazioni della prossima puntata.

Sabatini continua a interferire da lontano nelle indagini di Ardenzi che, intanto, si trova ad indagare su un caso di omicidio che rischia di sfociare in una vendetta privata della mafia cinese.

Squadra mobile, Operazione mafia capitale, puntata 11. Ma l'ex agente della narcotici non riesce a darsi per vinto e continua nella strenua ricerca dei diamanti rubati.

Roberto Ardenzi è riuscito a cavarsela, Guaraldi è stato finalmente arrestato e Sabatini è sempre in fuga, stavolta in compagnia di Daria. Lo stesso Guaraldi non intende accettare la sconfitta e pianifica un'evasione con i suoi complici. Si fa, infatti, largo il pensiero che tra di loro ci sia una talpa.

Nel frattempo, Mauretta (Laura Adriani) si trova a collaborare con la squadra sul caso di uno stupratore seriale, senza dirlo a suo padre. Intanto in Ardenzi cresceranno sempre più i sospetti che il suo rivale, Sabatini abbia per davvero una talpa in questura e infine la Mobile indagherà anche su nuovi episodi di strozzinaggio legati proprio all'operazione Mafia Capitale mentre Isabella (Valeria Bilello) finirà con lo scontrarsi faccia a faccia con il suo stalker, cosa succederà?

Nella sesta puntata di Squadra Mobile 2 andata in onda mercoledì 18 ottobre 2017, Guardaldi era riuscito a sopravvivere per un soffio all'agguato di Sabatini il quale, però, era riuscito a conservare per sé un elemento chiave.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.