Rimini, condannato a 10 anni l'ex fidanzato che ha sfregiato Gessica Notaro

Share

Rimini, condannato a 10 anni l'ex fidanzato che ha sfregiato Gessica Notaro

La prima parte del processo per l'aggressione a Gessica Notaro si è conclusa nella giornata odierna.

Il gup, Fiorella Casadei, nel condannare a 10 anni Tavares per lo sfregio con l'acido a Notaro, ha riconosciuto le aggravanti della premeditazione, futili motivi e crudeltà. L'associazione si batte contro la violenza e contro lo stalking; mentre il giudice ha escluso come parti civili il comune di Rimini e la regione Emilia-Romagna. Tavares dovrà anche risarcire la vittima per una cifra di 230 mila euro e, una volta scontata la pena, sarà espulso dall'Italia.

Al netto di buona condotta ed eventuali sconti di pena, Eddy Tavares passerà i prossimi dieci anni in carcere, dopo la sentenza che lo condanna in via definitiva, in virtù del rito abbreviato, per aver sfregiato con l'acido l'ex fidanzata Gessica Notaro.

Le parti civili hanno presentato le loro richieste che vanno dal milione di euro di risarcimento di Gessica, difesa dall'avvocato Fiorenzo Alessi, ai 100.000 euro di provvisionale del Comune di Rimini, rappresentato dall'avvocato Moreno Maresi, ai 50.000 dalla Regione Emilia Romagna, costituitasi parte civile con l'avvocato Paolo Righi. Nel caso di Gessica, la sua relazione con il capoverdiano si era chiusa in modo contrastato finché Tavares non è entrato in azione marchiando con una sostanza corrosiva colei che le aveva detto di no. Per il ventinovenne di Capo Verde il pubblico ministero, Marino Cerioni, aveva chiesto 12 anni di reclusione per il reato di lesioni gravi senza attenuanti generiche e con le aggravanti della premeditazione e della crudeltà. "Lo conosco bene e so quando è pronto a scattare".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.