Proroga al 16 ottobre per lo Spesometro 2017

Share

Proroga al 16 ottobre per lo Spesometro 2017

I continui problemi al sito e l'insorgere dei commercialisti avrebbero convinto Agenzia delle Entrate e Tesoro a prorogare nuovamente lo spesometro. A comunicarlo è il ministero dell'Economia in una nota. Lo scopo è duplice: verificare se il tenore di vita di un soggetto è coerente con i redditi dichiarati e far emergere l'eventuale pratica di emissione di fatture false o di mancata fatturazione a fronte di cessioni di beni e servizi (questo vale ovviamente per chi detiene una partita IVA).

Il problema telematico era stato rilevato una quindicina di giorni fa, quando era possibile online accedere anche fatture di altri contribuenti, creando una sicura violazione della privacy di molti contribuenti, violazione sulla quale l'autorità competente sta ancora indagando. La comunicazione delle IVA è dunque di nuovo bloccata e per risolvere il problema l'Agenzia delle Entrate ha di nuovo contattato la Sogei (che gestisce il sistema) segnalando i nuovi intoppi e che hanno coinvolto i gestionali, ovvero i software acquistati dai professionisti per eseguire le comunicazioni Iva.

Il presidente della Sogei, Biagio Mazzotta, e l'amministratore delegato della Sogei, Andrea Quacivi, dopo aver confermato che ancora ad oggi non è stata ripristinata la totale funzionalità dell'interfaccia web "Fatture e Corrispettivi" hanno annunciato l'avvio di verifiche rivolte ad individuare, sia i soggetti che hanno avuto accesso a file non firmati da loro stessi, pur non essendo stati delegati esplicitamente sui sistemi alla consultazione dei dati, sia le informazioni visualizzate. Nei giorni scorsi, inoltre, si sarebbero registrati ulteriori malfunzionamenti, per alcune tipologie di utenti "professionali" con alcune pratiche che sarebbero state scartate dal sistema.

Di fatto il disservizio non è ancora stato risolto completamente. In questo caso, secondo quanto si è appreso, i contribuenti saranno ricontattati direttamente dagli uffici.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.